Fatturazione Elettronica PA - Codice Univoco: UF6NBZ - Tel. (+39) 0962.367111 | CONTATTI

23
GEN
2013

Shoah 2013

COMUNE DI CIRO’ MARINA

COMMISSIONE PARI OPPORTUNITA’

CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI

Prot. n.           1667                                                                          Cirò Marina lì, 23 Gennaio 2013

Ai Sigg. Dirigenti Scolastici:

I.I.S. Gangale;

I.C. “Filottete”

I.C. “Casopero”

Cirò Marina

 

Oggetto: “Noi, Ambasciatori di Memoria. Shoah……per Riflettere e non Dimenticare!”

Per il 27 gennaio, Giorno della Memoria, l’Amministrazione Comunale, la Commissione per le Pari Opportunità e il Consiglio Comunale dei Giovani organizzano momenti di riflessione sul tema della Shoah – termine che definisce nella sua interezza il genocidio della popolazione ebraica d’Europa – proponendo il seguente programma diviso in tre fasi:

–          Domenica 27 gennaio, ore 17.30 Santa Messa, San Nicodemo;

–          Martedi 29 gennaio, ore 08.30 Piazza Kennedy, partenza per visita al Campo di Ferramonti di Tarzia  alla quale parteciperanno le delegazioni degli Istituti di Scuola Secondaria di I e II grado “G.T. Casopero”, “Don Bosco” e “Gangale” (con i docenti accompagnatori); della Commissione Pari Opportunità; del Consiglio dei Giovani e dell’Amministrazione Comunale. Il rientro è previsto per le 13.30 circa.

–          Sabato 02 febbraio ore 10.30 palazzo Porti, “Momenti di Riflessione e Testimonianza”. tra i ragazzi “Ambasciatori di Memoria”, Don Antonio Mazzone e la Prof.ssa Helzel dell’UNICAL, Cosenza.

Quando,  il 27 Gennaio 1945, il cancello di Auschwitz con la scritta “Arbeit macht frei” (Il lavoro rende liberi) finalmente si aprì, ciò che tutto il mondo vide per la prima volta, fu lo sterminio, il male e la sofferenza di tante persone innocenti.

Sappiamo che a fare tutto questo sono stati esseri umani scagliati senza dignità e pudore verso altri esseri umani e pertanto vogliamo ricordare  “il Giorno della Memoria”, con momenti di profonda riflessione, testimonianza concreta e intensa attenzione  per un comune impegno a favore dei grandi valori della vita.

E’un dovere ricordare!  La pace si raggiunge partendo dalle realtà più semplici: dalla famiglia, dalla comunità, dalla parrocchia, dai contesti nei quali possiamo scegliere di essere veramente noi stessi. Questi appuntamenti, sono fondamentali per la formazione di ognuno di noi e devono essere momenti che, oltre a far riflettere, devono servire a smuovere le coscienze per orientarle al bene comune e al vivere in pace.

Non si può restare indifferenti!

Non dimenticare la Shoah è un valore civile e morale.

Con la presente invitiamo le SS.VV.  a partecipare alla Santa Messa di domenica 27 Gennaio 2013, ore 17.30 nella Chiesa di San Nicodemo e successivamente al dibattito con i ragazzi “Ambasciatori di Memoria” giorno 02 Febbraio 2013, ore 10.30, Palazzo Porti.

L’incontro pubblico da noi organizzato per il giorno 02 febbraio prevede la proiezione di brevi video e letture di  testimonianze scelte dai ragazzi tra quelle rese da donne che hanno vissuto la tragica esperienza della deportazione.  Si è scelto di ricordare e  far luce in questo modo su un aspetto della Shoah poco considerato dalla storiografia, di un crimine contro la vita spesso assimilato solo alla deportazione maschile.

 Perché la visita al Campo Ferramonti?

 Siamo fermamente convinti che la costruzione di una nuova dimensione della cittadinanza, consapevole e impegnata, non può che partire dalla riflessione sull’indifferenza e sulle scelte individuali che resero possibile l’assurda barbarie contro il popolo Ebreo. L’obiettivo primario di tutta la manifestazione è di avvicinare  i giovani alla conoscenza della Storia,della Memoria e delle Testimonianze.

In un momento in cui un intero patrimonio di ideali e sofferenze rischia di andare perduto con la progressiva e inesorabile scomparsa dei testimoni diretti, il “passaggio di testimone” tra vecchie e nuove generazioni diventa uno snodo fondamentale per costruire una societa migliore a partire da un tragico fallimento della natura umana.

 A conclusione dell’evento e dopo i Saluti finali del Sindaco, i ragazzi “Ambasciatori di Memoria, riceveranno un attestato di Eccellenza per l’impegno profuso, conferito dall’Amministrazione Comunale e dalla Commissione Pari Opportunità.

 Precisiamo che il numero dei ragazzi partecipanti come Ambasciatori di Memoria per il viaggio a Ferramonti è il seguente: n.6 “Casopero”; 10 “Don Bosco”; 10 “Gangale”. Ogni Delegazione parteciperà con un proprio  Docente tutor.

 Confidiamo nella Vostra gradita e indispensabile presenza e partecipazione, per il ruolo istituzionale da Voi rivestito.

Chiediamo inoltre, e se possibile,  la collaborazione per diffondere l’informazione dell’evento alla cittadinanza.
Grazie.

Cordiali saluti.
Il Sindaco

contatore