Fatturazione Elettronica PA - Codice Univoco: UF6NBZ - Tel. (+39) 0962.367111 | CONTATTI

03
OTT
2013

UNCHILDREN mostra Itinerante sull’Infanzia Negata

Unchildren, mostra itinerante su infanzia negata alla Don Bosco

Dal 7 al 12 ottobre alla scuola media. Molte le associazioni coinvolte

“Unchildren”, mostra itinerante sull’infanzia negata, sarà ospite dell’Istituto Comprensivo “Filottete” – Scuola Secondaria di II grado “Don Bosco” – da molti anni Scuola Ambasciatrice Unicef. La mostra già partita da mesi in tutta Italia, dopo la pausa estiva riparte e giunge a Cirò Marina. Il progetto illustrato di Stefania Spanò che racconta le tragedie più infami che colpiscono i bambini in ogni parte del mondo, attraverso 19 immagini stilizzate e dai colori forti che assomigliano a scatti fotografici, e brevi cronache, ha lo scopo di denunciare le difficoltà, le sofferenze, le vite diverse dei tanti bambini e ragazzi che vivono in ogni parte del mondo. La parola Unchildren sta per “negazione all’infanzia”, all’essere bambini, che invece è diritto fondamentale e inalienabile, alla base della dignità e della buona riuscita di ogni società umana. La mostra itinerante con il patrocinio di Terre des Hommes, è partita da Palazzo Marino a Milano in occasione del ventennale della dichiarazione ONU dei diritti dell’infanzia; è stata a Roma alla Sala Santa Rita del Comune; a Palazzo Ducale di Genova e a Bruxelles nella Sala Conferenze della CE. L’obiettivo di Unchildren, pienamente condiviso dalla Commissione Pari Opportunità di Cirò Marina, è di coinvolgere ed aiutare i nostri bambini, i nostri ragazzi a conoscere e comprendere le difficoltà, le sofferenze, le vite, le culture diverse di molti loro coetanei che vivono in altri Paesi lontani, come Shelina, 12 anni, dal Bangladesh che ha respinto le avances di un ragazzo di 18 anni e lui ha riscattato il proprio onore con il vetriolo.

Shelina è rimasta sfigurata. Tulia, 7 anni, dalla Colombia. Suo padre è stato ucciso da uomini in mimetica e stivali neri: le divise dell’esercito. I loro volti erano coperti e Tulia non può descrivere i loro volti. Dubaku, 4 anni, Etiopia. Il prezzo del grano è aumentato, Dubaku ha l’AIDS e la sottonutrizione compromette l’efficacia dei farmaci antivirali. Queste sono solo alcune storie raccontate nelle tavole illustrate da Stefania Spanò – grafica e autrice per l’infanzia – accompagnate da brevi didascalie a cura di Francesca de Lena, sua figlia ma ciò non significa guardare necessariamente solo ai Paesi in via di sviluppo: i diritti negati esistono anche nell’Occidente ricco e acculturato e nel nostro Paese. Ospitare un tale progetto educativo, come ci ha dichiarato la vice presidente delle Pari Opportunità, Pina Malena, ci spinge a riflettere e a ricordare che “Tutti i grandi sono stati piccoli, ma pochi di essi se ne ricordano” come ha scritto Antoine-Marie-Roger de Saint-Exupéry. La mostra-evento, si svolgerà da dal 7 al 12 ottobre e, come dicevamo, sarà ospite dell’Istituto Comprensivo “Filottete”, nello specifico della Scuola Media “Don Bosco”. Molte le Istituzioni locali, il Comune in primis, la stessa Scuola e diverse associazioni che hanno aderito all’iniziativa, fornendo oltre che adesione anche piena e fattiva collaborazione alla riuscita dell’evento, “nella certezza” come ci ha concluso la Pina Malena “di migliorare il nostro cammino e l’immagine della nostra Cirò Marina.”

contatore